PARADISO ITALIA - Mirko Orlando

Un fotografo italiano decide di dar voce ai migranti che vivono clandestinamente nel nostro Paese. Si accampa con loro, raccoglie le loro storie, fotografa la loro quotidianità, nel tentativo di raccontare l'immigrazione attraverso i loro occhi.
Nasce così il progetto di graphic journalism «Paradiso Italia» pubblicato dalla casa editrice Edicola.

Giovedì 19 settembre l'autore Mirko Orlando sarà a Ferrara per raccontare la sua esperienza. L'appuntamento è alle 19 presso la Sala Macchine del
Consorzio Factory Grisù, dove l'autore dialogherà con Ilaria Baraldi e Marco Belli.

IL LIBRO
Dagli occupanti dell’ex Moi di Torino ai rifugiati delle baracche nella periferia di Ventimiglia, passando da chi tenta una fuga disperata tra le nevi della Val di Susa, fino ai braccianti del ghetto Borgo Mezzanone, in provincia di Foggia, le storie di N, di J, di L raccontate in «Paradiso Italia» ci permettono di guardare l’immigrazione con occhi diversi, i loro. Attraverso una contaminazione di linguaggi, dove il fumetto aiuta a dilatare il tempo e lo spazio della fotografia, Mirko Orlando firma una coraggiosa opera di graphic journalism per raccontare la vita e le tracce lasciate da chi al Mediterraneo, dopotutto, è sopravvissuto.

L'AUTORE

Mirko Orlando è nato a Napoli nel 1981.

Diplomatosi all’Accademia delle Belle Arti di Roma, si dedica successivamente all’approfondimento teorico: sociologia, filosofia, antropologia. Scrive per Gente di fotografia, L’aperitivo illustrato, Illuminazioni, Fotoinfo, Storia e futuro. Pubblica i saggi di antropologia visiva «Fotografia post mortem» (Castelvecchi), e «Towards a general theory of post-mortem photography» (Il Mulino), ma dopo aver conosciuto il fotografo situazionista Pino Bertelli (che gli insegna a «scattare fotografie come si tirano sanpietrini»), riprende la macchina fotografica e decide di dedicarsi alla documentazione dei fenomeni di marginalità sociale. Lavora per la stampa periodica nazionale e pubblica alcuni reportage su Barricate, A, Domus, Tracce, e il libro fotografico «Il volto (e la voce) della strada» (Lindau). Poi gira l’Europa, passa per il Marocco, e trascorre un intero anno a girovagare per il Sud-est asiatico: India, Cambogia, Laos, Tailandia, dove impara a vivere e ad arrangiarsi negli Slum. Tornato in Italia non trova meno ghetti, meno emarginazione, meno disperazione, ed è per dar voce a questo dolore che continua a far scattare l’otturatore della sua macchina fotografica.

In «Paradiso Italia» trova finalmente un equilibrio tra le sue molte “personalità”: un’opera di graphic journalism dove fotografia, illustrazione e scrittura, si fondono e collaborano affinché si possano narrare le trame che definiscono il nostro tempo.


QUANDO

Giovedì 19 settembre

dalle 19:00 alle 21:30

DOVE

Consorzio Factory Grisù,

Ferrara

Caratteristiche dell'evento

Data evento 19-09-2019 19:00
Fine evento 19-09-2019 21:30
Luogo Factory Grisù

Consorzio
Factory Grisù

Via Mario Poledrelli, 21 - 44121 Ferrara
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | +39 05321716651
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CF e P. IVA: 01970210389
REA: FE - 214535

Privacy

Questo sito rispetta la vigente normativa sulla privacy. Il visitatore può prendere visione dell'apposita informativa cliccando qui. Gli utenti iscritti al sito possono controllare in qualsiasi momento i loro dati personali o cancellarli cliccando qui.

Newsletter

captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo